31/03/09

Perchè il mondo di oggi fa meno schifo del mondo di 20 anni fa.

Se vi capita di leggere qualche nuovo libro, di bazzicare su forum, blog e siti internet, o se avete addirittura l'ardire di guardare il telegiornale, potreste provare la stessa mia impressione di ritrovarvi in mezzo a una vera e propria epidemia di pessimismo catastrofico e senza speranza.

Molta gente appare sinceramente convinta che il mondo vada di male in peggio, e che ogni volta che sorge il sole la vita faccia quel tantinello che basta più schifo di quanto già non facesse il giorno precedente. Saremmo insomma in una sorta di parabola discendente, destinati a un futuro oscuro e deprimente da cui nessuno ci salverà: nemmeno i nostri eccellenti e stimati politici.

Una volta non era così, ma oggi siamo tutti molto più negativi... vedete? Ci stavo quasi cascando pure io (e penso anche di averlo fatto, magari sul post sui giovani di qualche tempo fa) mentre l'intenzione che ho in questo momento è di fare esattamente il contrario: convincervi che il mondo odierno fa molto meno schifo di quello di qualche anno fa, anche se forse in questo momento siete convinti del contrario.

Perché il mondo di oggi fa meno schifo di quello di 20 anni fa:


- Una volta non c'era la posta elettronica, non c'era il telefonino, non c'era MSN e non c'era nemmeno Facebook: i rompicoglioni ve li ritrovavate direttamente dentro casa.

- Negli anni '80, se ti venivano certe malattie eri decisamente fottuto. Oggi su certe cose stiamo messi meglio, e hanno anche inventato dei sistemi per capire in anticipo se state per ammalarvi, così da iniziare eventuali cure il più presto possibile.

Se poi fingete di non ricordare dove vi hanno infilato quel tubo di due metri, il vostro ottimismo ne uscirà ancora più accresciuto.

- 20 anni fa c'erano i Duran Duran, gli Spandau Ballet e i Pet Shop Boys (credo).

La musica di oggi fa estremamente più schifo. Però possiamo sempre riascoltare quella degli anni '80 e '90, e tra l'altro possiamo anche scaricarcela senza pagare un caz... volevo dire (prima che mi arrestino): senza pagare nulla più dei giusti e dovuti diritti d'autore, ovviamente.

- Non c'erano i call center, e la gente vi suonava alla porta per cercare di vendervi della roba che non volevate.

- Ancora pochi anni fa, se cercavate delle informazioni vi toccava guardare su un'enciclopedia o - vade retro! - andare in biblioteca.

Adesso basta una ricerca su Wikipedia, e avrete subito tutte le informazioni di cui sentivate il bisogno... anche se probabilmente saranno sbagliate.

- 20 anni fa le macchine avevano una levetta per l'aria, e quando faceva troppo freddo non si mettevano in moto. Oggi se la macchina non parte non avete idea di cosa possa essere successo, e l'unica è chiamare il carroattrezzi.

Però non vi tocca tirare nessuna levetta.

- Prima c'erano gli occhiali spessi 5 centimetri e le lenti a contatto che vi bruciavano gli occhi, e leggere un libro per acculturarvi era una tortura. Ora c'è la chirurgia col laser e le lenti a contatto usa e getta (che io non porto per cui non ho idea se siano o no un miglioramento) e per acculturarvi - coi libri che stampano adesso - vi basta semplicemente non leggerli.

- Una volta, quando scoppiava una guerra, la gente assaliva i supermercati per fare la scorta di provviste. Oggi quando c'è la consueta guerra annuale la gente corre a comprarsi il decoder per vederla in televisione, e se la finale di coppa capita lo stesso giorno - giustamente - s'incazza.

- Negli anni '80 c'era il Nintendo che aveva una grafica schifosa e i giochi erano tutti uguali. Oggi c'è sempre il Nintendo e i giochi sono sempre gli stessi, uguali e identici. La grafica, però, fa un po' meno schifo.

- Per vedere un paio di tette toccava guardarsi Colpo Grosso o - al bisogno - i film di Pierino. Oggi se scrivete tette su Google ne trovate talmente tante che finirete con l'annoiarvi.

E poi, tanto per concludere con le solite battute per nulla originali:

- 20 anni fa scrivevo i temi, facevo i disegnini sul diario o - al limite - buttavo giù gli abbozzi dei miei primissimi racconti, che purtroppo non potevo mettere online.

Oggi qualsiasi boiata mi viene in mente la scrivo direttamente sul PC, così poi posso metterla sul blog e farvela leggere.

Tra altri 20 anni avrò un proiettore olografico con cui entrerò a casa vostra, vi leggerò i miei post ad alta voce mentre cercate di dormire e mi fregherò anche la spesa dal frigorifero mentre voi siete in bagno.

E con la prospettiva di un futuro del genere, come potete non essere tremendamente ottimisti?

Simone

17 commenti:

Alex McNab ha detto...

Io preferisco comunque gli anni '80 perchè... ero più giovane!
Ti pare poco?

Simone ha detto...

Vabbe', allora ancora meglio la fine degli anni '70... però poi basta però ^^

Simone

Gloutchov ha detto...

Dai che, stamattina, mi son preso del coglione da uno del bar dove prendo il caffé perché... ho fatto la stupidaggine di commentare una delle sue frasi in cui "si stava meglio, quando si stava peggio" era sott'inteso.

Il tizio si è inviperito e, quando sono uscito dal bar, mi ha seguito fin davanti all'azienda continuando a dire che noi "giovani" non capiamo un caxxo e che siamo... per l'appunto, coglioni!

Un buon inizio di giornata, no?

Beh, sicuramente si stava meglio quando quel tizio era un ragazzino, durante la seconda guerra mondiale, quando il buon Adolf aveva realizzato dei campi vacanze per gli ebrei etc etc... Io ricordo solo che mia nonna mi diceva che faceva la fame etc etc.

Scusa lo sfogo

Simone ha detto...

Glauco: capisco perfettamente il tipo... e poi se al contrario gli dici che oggi ci sono più problemi magari ti risponde che non capisci un caxxo uguale perché lui da giovane poverino ha sofferto tanto ecc ecc ^^

Simone

Simone ha detto...

Però che VOI giovani siete coglioni è vero. Io ormai sono uno studente lavoratore attempato. ^^

Simone

dactylium ha detto...

Alcune cose avanzano (scienza medica, tecnologia, ecc.), altre si degradano (costumi, educazione, rispetto, ecc.), altre ancora rimangono invariate (chi rubava durante tangentopoli, se nel frattempo non è stato arrestato o non è morto, prosegue a rubare anche ora).

Un luogo comune? Può essere, però io ne sono ugualmente convinto della fondatezza.

Un saluto,
dacty

Simone ha detto...

Dacty: i luoghi comuni tante volte sono veri, in effetti.

Simone

Alex McNab ha detto...

Io comunque gli '80 li preferivo davvero.

Tiziano ha detto...

Mi piace il modo con cui hai presentato le tue considerazioni.... Ma non sono d'accordo con molte di esse... Sebbene non sia mai vissuto negli anni 80, posso vantarne solamente 15 di anni, trovo che in fondo stringere tra le mani un cd o un libro sia molto meglio di un freddo mp3 o di un file di testo... Ciò non significa che io non ne faccia uso, ma semplicemente che reputo molto più carichi di emozioni oggetti di una consistenza reale... Wikipedia è comoda, ma l'odore dei libri di una biblioteca è ben diverso e più reale.... il tuo è comunque secondo me un ottimo spunto per iniziare a riflettere ed esprimere opinioni.... Poi ognuno ha il diritto di esprimere le sue idee... Che siano positive o meno sta a lui decidere...

Simone ha detto...

Tiziano: pensa che, prima che tu nascessi (o quasi) dicevano che un freddo CD non avrebbbe mai eguagliato il "calore" di un disco in vinile, o di una musicassetta. E sì la biblioteca reale è più bella... anche se io non ci vado mai.

Grazie per avermi scritto!

Simone

Anonimo ha detto...

-20 anni fa esistevano già posta elettronica e cellulare, ricordo che 20 anni fa non erano gli Anni '80 ma i ben più belli e veramente gloriosi ed innovativi Anni '90. 20 anni fa il cellulare faceva SOLO e FORTUNATAMENTE ciò per cui era stato concepito, telefonare ed inviare messaggi. 20 anni fa la posta elettronica bastava! C'era un equilibrio, oltreché una qualità autentica, cosa che oggi non esiste più! Inoltre non c'erano PER FORTUNA quelle cagate di Facebook ed MSN per lo stesso principio, bastavano per quel poco che servivano Cellulare e posta elettronica, il resto era REALE, perché noi VIVIAMO NEL MONDO REALE, non in questa ipotetica società virtuale di merda!
I rompi-coglioni ci sono sempre stati e sempre ci saranno, anzi oggi è peggio perché siamo oltre 7 miliardi!

-Ricordo che la medicina moderna è figlia tutta degli Anni '50, '60, '70, '80 e '90, non hanno inventato niente, proprio niente e soprattutto, visto che stiamo parlando di 20 anni fa, negli anni '90 non eri fottuto, le cure erano le stesse identiche di adesso, anzi c'era anche un rapporto qualità prezzo migliore!

Anonimo ha detto...

-20 anni fa i gruppi da te citati non rappresentavano nemmeno lo 0,1% delle correnti artistiche e dell'energia musicale che si è respirata realmente durante quegli anni, e comprare un CD oppure una Musicassetta oltre ad essere la vera via di ascolto ed intrattenimento personale era anche decisamente più gratificante e appassionante! Altro che al giorno d'oggi dove con questa praticità latentemente scadente si sta distruggendo tutto il buono che è stato fatto!

-I call-center esistevano eccome, solo che anche loro erano decisamente meno petulanti ed onesti nelle offerte che volevano proporti, non come oggi che ogni scusa è buona per ricordarti di pagare altrimenti ti arrivano a casa con i buttafuori... ma per asserire quest'altra simile stronzata mi viene spontaneo chiederti quanti anni hai!

Anonimo ha detto...

-20 anni fa era un bene sfruttare le vere enciclopedie o biblioteche, rendeva le persone più voletive e dedite alla cultura, non come oggi che sono praticamente tutti degli ignoranti patentati che credono che tutto gli sia dovuto!

-20 anni fa le auto non avevano la levetta! La leva dell'aria era una cosa che solo pochissime auto sfruttavano ed hanno sfruttato solo fino agli inizi degli Anni '90, dal 1993 in poi le auto hanno iniziato a supportare motori ad iniezione e gli optional quali airbag, ABS con EBD, ESP, TC (traction control), Cruise Control ecc. esistono tutti dagli anni '70 ed alcuni sviluppati e commercializzati invece dagli Anni '80!
Anche le auto del passato avevano molta elettronica, solo che era equilibrata anche in quel caso!

Anonimo ha detto...

-La chirurgia laser esisteva negli Anni '90 e nessuno dei miei amici che aveva le lenti, anche a contatto, in quegli anni lamentava i problemi da te citati oppure li rendevano dei mostri. Le lenti erano spesse tanto quanto quelle di adesso. La grandezza della lente varia in base al tuo grado di miopia, ignorante!

-Una volta si assaliva il supermercato per la guerra, oggi lo assalgono perché sono diventati solo degli avidi avvoltoi viziati che non vogliono mangiare più pane e cipolla come quando erano contadini e tali dovevano restare, braccia strappate all'agricoltura!

-Negli Anni '80 quella che tu definisci grafica schifosa è chiamata Arcade in 2D, e con le 2D di certo non puoi aspettarti l'esperienza del 3D giunta alla fine degli Anni '90 dal Nintendo 64 in poi. E comunque quei giochi non erano tutti uguali ed erano delle autentiche perle!
Aggiungo che negli Anni '90 c'era il Dreamcast che faceva il culo anche all'odierno Nintendo Wii e che titoli come Rayman 2 The Great Escape, Super Mario 64, The Legend Of Zelda: The Ocarina Of Time saranno meraviglie uniche nel loro genere ed irripetibili!

-Le tette una volta si toccavano realmente perché la gente viveva nel mondo reale, oggi sono tutti solo bravi a farsi le seghe ed il genere maschile si sta estinguendo per dare spazio ad una manica di froci, maniaci ed impotenti!
Non mi pare che Fantozzi, Aldo Giovanni e Giacomo, Ale e Franz fossero tutti così scontati ed idioti!

-Mettendo i tuoi disegni, bozze e racconti online hai guadagnato e risolto molto vedo! Peccato che se una volta li avessi proposti magari qualcuno ti assumeva anche come fumettista, oggi essendo diventato tutto per tutti tu sei diventato lo stronzo qualunque della situazione!

-Mettere sul blog boiate è grande cosa... invece di uscire, baciarti e scopare con la tua donna o fare bravate belle sul serio con amici divertendoti fino a tornare a casa spompato!

-Questa si commenta da sola nella sua insensataggine!

-Appunto, io non lo sono e non lo sarò mai. Vivrò nel rimpianto dei miei ricordi finché vivrò e spero che il genere umano intero per quanto schifo è stato capace di proporre e generare da questi ultimi 8 anni in poi paghi caro il suo peccato!

Paolo

Anonimo ha detto...

-Negli Anni '80 quella che tu definisci grafica schifosa è chiamata Arcade in 2D, e con le 2D di certo non puoi aspettarti l'esperienza del 3D giunta alla fine degli Anni '90 dal Nintendo 64 in poi. E comunque quei giochi non erano tutti uguali ed erano delle autentiche perle!
Aggiungo che negli Anni '90 c'era il Dreamcast che faceva il culo anche all'odierno Nintendo Wii e che titoli come Rayman 2 The Great Escape, Super Mario 64, The Legend Of Zelda: The Ocarina Of Time saranno meraviglie uniche nel loro genere ed irripetibili!

-Le tette una volta si toccavano realmente perché la gente viveva nel mondo reale, oggi sono tutti solo bravi a farsi le seghe ed il genere maschile si sta estinguendo per dare spazio ad una manica di froci, maniaci ed impotenti!
Non mi pare che Fantozzi, Aldo Giovanni e Giacomo, Ale e Franz fossero tutti così scontati ed idioti!

Anonimo ha detto...

-Mettendo i tuoi disegni, bozze e racconti online hai guadagnato e risolto molto vedo! Peccato che se una volta li avessi proposti magari qualcuno ti assumeva anche come fumettista, oggi essendo diventato tutto per tutti tu sei diventato lo stronzo qualunque della situazione!

-Mettere sul blog boiate è grande cosa... invece di uscire, baciarti e scopare con la tua donna o fare bravate belle sul serio con amici divertendoti fino a tornare a casa spompato!

-Questa si commenta da sola nella sua insensataggine!

-Appunto, io non lo sono e non lo sarò mai. Vivrò nel rimpianto dei miei ricordi finché vivrò e spero che il genere umano intero per quanto schifo è stato capace di proporre e generare da questi ultimi 8 anni in poi paghi caro il suo peccato!

Paolo

Simone ha detto...

Paolo: grazie per il tuo intervento... comunque 20 anni fa, rispetto a questo post, era l'89 o giù di lì. E ovviamente quando l'ho scritto ero ironico, almeno su alcuni punti. Anche a me i giochi vecchi per dire piacevano di più :)

Simone