27/04/09

Come divertirvi col mio libro... senza nemmeno doverlo leggere!

Come mi pare di avervi già detto (ma non ne sono assolutamente sicuro) è da poco uscito il mio primo libro, per cui almeno il problema di trovare un editore dovrei averlo risolto.

Il problema che invece ho adesso è che certi libri - e con certi intendo i libri di nuovi scrittori pubblicati da piccoli editori - è che nessuno sa della loro esistenza. Molte librerie non si preoccupano nemmeno di ordinarli, figurarsi poi se hanno voglia di metterli in evidenza in mezzo al marasma di altri volumi accatastati ovunque, così da farli notare e - magari - anche comprare da qualche possibile lettore.

Insomma, questo per dire che i librai non hanno la minima idea di chi io sia e di cosa cavolo possa aver scritto, e di vendere il mio libro non gliene potrebbe fregare di meno. E questo è un grosso vantaggio per tutti noi, perché altrimenti non potremmo organizzare alle loro spalle i divertentissimi (be', quasi) scherzi che seguono.

Preciso che - ovviamente - non è che sono scemo: questo post, articolo, capitolo o nota (a seconda se lo leggerete sul mio blog, sulla rivista della Delos, su facebook o all'interno di un futuro secondo libro) è solo un trucco per ricordarvi che, invece di stare lì a perdere tempo a leggere boiate su Internet, vi converrebbe sfruttare l'insperata e possibilmente irripetibile occasione di andare in libreria a comprarvi altre mie boiate, da leggere però comodamente in poltrona, sul divano o dove meglio credete.

E insomma, eccovi qua:

Tanti modi per divertirvi col mio libro senza nemmeno leggerlo... ma (si spera) almeno comprandolo.

- Andate in libreria e domandate: mi scusi, vorrei il libro di Navarra.

Quando il commesso vi chiederà: il libro di chi?! Voi potrete rispondere con uno spocchioso: ma come, lavora in una libreria e non sa nemmeno chi è Navarra?

Voglio dire: non avete sempre sognato di farlo anche voi? Io, sinceramente, sì.

- Come sopra, chiedete il mio libro e quando nessuno ovviamente saprà chi accidenti sono rispondete: va bene, lo dicevano alla M. (se siete in F.) o alla F. (se siete M.) che questo posto non vale cappero.

- Chiedete: vorrei il libro di quello che ha messo un ebook famoso online.

Ovviamente nessuno dei miei ebook è famoso, per cui continuate a ripetere: no, no, no... per 20 minuti, mentre il commesso vi riempie di titoli di libri assurdi che nessuno ha mai sentito nominare.

Piccola rettifica: non è famoso nessun ebook, né mio né di nessun altro. Ma questo mi sa che già lo sapevate.

- Domandate: mi dà il libro del sito dello scrittore emergente? (Sarebbe il titolo del mio vecchio blog, per chi non lo sapesse). Ma con un tono come se diceste: mi sa dire chi è che ha vinto le ultime elezioni americane? Non mi dirà mica che non lo conosce?

- Cercate una libreria dove il libro non c'è (facile) e quando vi dicono che non è disponibile prendete il primo libro che vi capita a tiro e agitandolo in maniera minacciosa esclamate: ecco, e invece 'ste boiate ce l'avete!

Viene benissimo con quel libro con la copertina che ricorda un po' il mio. Se poi scardinate uno scaffale carico di best-seller e CD dei reality direi che sarebbe il massimo... comunque, fate voi.

- Cercate una libreria dove il libro c'è (dovrete girare un po') e quando ve lo portano dite: sì, ma non cercavo questo libro di Navarra: io voglio quello coi gatti randagi!

- In maniera analoga, potreste rispondere: questo è l'ultimo libro di Navarra, ma io invece volevo il primo! (Sperando solo che le due cose non restino coincidenti in eterno).

- Ancora, quando vi trovano il libro nell'ultimo scaffale in alto che per raggiungerlo ci vuole la scala dei pompieri, sepolto sotto a diciotto strati di testi sulla psicanalisi del cinema surrealista (per dire che non ci mette mai le mani nessuno), insomma quando finalmente gli sherpa sopravvissuti tornano dalla spedizione col testo in mano e ve lo danno, voi portatelo all'ingresso della libreria, poggiatelo proprio davanti alla cassa e chiedete: vi dispiace se lo sistemo qui?

I librai vi adoreranno.

- Per concludere: se invece, per qualche caso strano, vi troverete di fronte a un commesso che sa davvero chi sono, quali sono gli ebook, come si chiama il mio libro e si ricorda addirittura dove si trova il testo all'interno della libreria, allora è ovvio che legge anche questo blog e avrà capito che volete prenderlo per i fondelli:

A questo punto, non vi resta altro che scappare.

Simone

21 commenti:

CyberLuke ha detto...

Non vedo l'ora di mettere in atto non uno, non due, ma tutti i tuoi suggerimenti.
È così facile destabilizzare un commesso di libreria che quasi non c'è gusto a farlo, però. :)
Ti farò sapere.

Simone ha detto...

Be', allora aspetto ^^

Simone

Alex McNab ha detto...

Io il libro l'ho visto nella centralissima Feltrinelli di Piazza Duomo a Milano, nel reparto dedicato alla scrittura creativa, scaffale di mezzo (quello più visibile), con un bel bollino verde appiccicato, con scritto NOVITA' :-)

Ti dirò... è stata una strana sensazione :)
Ovviamente ti ho comprato, ci mancherebbe pure...
Spero di ripassare di là e di non trovare più copie del libro... perchè nel frattempo le avranno già vendute tutte :)

Simone ha detto...

Alex: è una sensazione davvero strana anche a sentirselo raccontare... adesso vengo a Milano e le altre copie me le compro io. ^^

E ovviamente grazie, dico davvero!

Simone

gelostellato ha detto...

Ho provato!!!

però ho fatto un piccolo errore
ho detto Navarro
e il commesso mi ha tirato fuori un libro
di un chitarrista
un tipo figo
che raccontava di lui e le droghe
ecco
beh...
si insomma
ora sono un tossico!
beh, sei fiero di me?

:D

Simone ha detto...

Gelo: be', in effetti un po' sì. Poi ora che sei tossico magari i miei post ti piacciono anche di più! ^^

Simone

Velocifero ha detto...

Alla Feltrinelli in Galleria, si, intendo... quella in Via del Corso, non ce l'avevano ieri... ma non demordo!

Anonimo ha detto...

Proverò a mettere in pratica tutti i tuoi consigli.
Naturalmente spero di fallire!!! Cioè spero tanto di trovarlo in libreria XD
Se "per puro caso" lo dovessi trovare potrei comunque riprovare usando un altro autore, magari immaginario... mmmmmm

Simone ha detto...

Velocifero: se intendi la galleria Alberto Sordi, sapevo che almeno 1 copia c'era (ce ne erano 2 quando l'ha comprato un mio amico) per cui - per quanto sembri incredibile - vuol dire che l'hanno venduto!

Ma non ti hanno chiesto se volevi ordinarlo, ti hanno detto che non c'era e basta? (Non per costringerti a comprarlo, ma per capire come fanno le librerie! ^^)

Anonimo: speriamo! E se vai alla galleria Alberto Sordi digli che hanno rotto e che le riordinassero un paio di copie! ^^

Simone

Mario ha detto...

...ci hanno messo un po' a trovarlo, alla libreria Edison di Livorno, ma solo perché stava ovviamente in bella vista, praticamente sotto il naso della commessa che con affanno esemplare lo cercava.
L'ho comprato e lo sto leggendo.
Volevo solo dirtelo. (metto una faccina? ...ok, dai.) :)

Andrea 93 ha detto...

Prima di tutto complimenti per i tuoi blog, sia il vecchio che il nuovo.
ho provato ad ordinare il tuo libro alla libreria Mondadori di Crema, provincia di Cremona: non una grande metropoli, ma neppure un paesino sperduto.
La commessa non aveva la più pallida idea dell'esistenza del libro, l'unica cosa che ha riconosciuto è stato il nome Delos book ("ah, quella casa editrice di cui non abbiamo nulla").
Mi ha promesso di fare arrivare
il libro in cinque giorni, prendendolo da non so più che magazzino a Milano.
Si vedrà

Simone ha detto...

Mario: grazie davvero! E in Toscana si sa che siete tutti letterati, ovvio che il mio libro sia bene in vista (o forse no, ci devo pensare ^^).

Andrea: infatti è un po' strano... comunque anche alla Mondadori dove ho provato a Roma il libro non c'era e bisognava aspettarne l'arrivo dal magazzino.

La cosa che mi ha lasciato perplesso è che il libro in magazzino ce l'avevano già, solo non pensavano che valesse la pena tenerne una copia in esposizione. C'è da dire che era una libreria piccola, e magari devono gestire gli spazi in qualche modo particolare.

Simone

Simone ha detto...

Andrea: ah, ovviamente grazie davvero per averlo ordinato!

Simone

lyeb ha detto...

ahah lo faccio subito!
domani vado a euroma a vadere se ce l hanno se c'è te lo metto in vista^^

CyberLuke ha detto...

Comprato.
Leggo e recensisco.
Sarò spietato.
Stay tuned.
;)

Simone ha detto...

Lyeb: grazie... fammi sapere se l'hai trovato!

Cyber: suona un po' come una minaccia... comunque sei un grande lo stesso! E io resto tuned allora... ^^

Simone

CyberLuke ha detto...

Letto.
Recensione on-line. ;)

Simone ha detto...

Cyber: ho visto... ti ho mandato un'email!

Simone

Nussy ha detto...

Sono curiosa...vediamo se nelle lande sperdute della profonda brianza posso trovarlo...quasi quasi spero di no per potermi inacidire coi commessi. Direi che queste tattiche sembrano disegnate sul mio personaggio! Ti farò sapere. (Guarda che poi se lo trovo lo leggo, eh?)
In bocca al lupo per il resto.

CyberLuke ha detto...

Uehì, Nussy, che fai da queste parti? ;D

Simone ha detto...

Nussy: crepi il lupo... e fammi sapere che lo trovi, così metto le bandierine sul mappamondo! ^^

Cyber: be', se metti dei link poi i lettori scappano, non lo sai? ^^

Simone