06/09/08

Ma chi è questo qui? La mia biografia (quasi) completa.

- Sono nato a Roma nel 1975.

- Mi sono laureato in Ingegneria Civile, e lavoro come libero professionista.

- Ho fatto il militare nei pompieri e volevo diventare il capo dei vigili del fuoco, ma non ho vinto il concorso.

- Ho viaggiato quasi molto e parlo un po' di lingue, non necessariamente a un ottimo livello di comprendevolezza e colloquibilità. Per la cronaca, nessuna lingua serve a nulla nel mio lavoro... a parte quasi l'Italiano.

- Mi piace scrivere e ho un blog, immagino lo abbiate notato.

- Ho scritto quattro romanzi, più un libro nato dal vecchio blog sulla scrittura. Il libro del blog uscirà nel 2009 con la Delos Books e si intitolerà Io scrivo (o il libro di Navarra, che tanto trovate solo quello).

- Sto finendo di editare il mio quinto romanzo, potrei tirare fuori un secondo libro dal primo blog e spero in tempi rapidi anche un primo libro da questo secondo blog.

- Ho insegnato informatica di base, ho lavorato un po' come fotografo e anche come insegnante di Primo Soccorso e rianimazione cardiopolmonare, ma dubito che a qualcuno gliene freghi qualcosa.

- Faccio volontariato con la Croce Rossa Italiana, e se qualcuno se lo starà chiedendo sì, vado anche sulle ambulanze: preoccupatevi pure.

- I miei progetti per il futuro sono: diventare uno scrittore ancora più famoso (ormai non sono più emergente, ho deciso io). Laurearmi in Medicina e diventare tipo il dottor House più simpatico, avere sei figli, una moglie bellissima e una casa tipo La Famiglia Bradford. Campare almeno altri 120 anni in perfetta salute, avere un blog da centomila accessi al giorno e un sacco di altre cose sulla falsariga di queste con cui per il momento non voglio annoiarvi.

Tutti progetti che penso di poter realizzare tranquillamente. O quasi.

Simone

15 commenti:

Anonimo ha detto...

Che bella biografia, quasi quasi ti sposo :))))

A parte gli scherzi,in bocca al lupo per i tuoi progetti.

Claudia

P.S: non vedo l'ora che esca il libro del blog.

sommobuta ha detto...

...per il blog da 100000 accessi al giorno non credo che avrai problemi...Seguivo con assiduità "Lo scrittore Emergente" ed ero sicuramente il 100001° al giorno, anche se non commentavo... :P

In bocca al pupo per il Blog -quasi- Nuovo da 100000 visite al giorno...

- il tuo 100001° visitatore di fiducia -

Simone ha detto...

Grazie di cuore a entrambi, e crepi il lupo!

Simone

luna... ha detto...

ehi, mi piace sto blog.. :-D bello!
bravo bravo.. senti un po' ma qualcuno te ne fa critiche pesanti? qua leggo solo complimenti..e basta! ;-) scherzo!!! comunque biografia fantastica ma metti anche qualcosa che parli un po' del tuo carattere no!?

il blog è davvero fatto bene.. credo che anche questo avrà parecchie visite e poi come hai detto tu(non mi ricordo dove e quando, ma sono quasi sicura che l'hai detto tu)l'importante è la persona che manda avanti il blog e quindi il contenuto e non il blog in se..
dunque, chi ti ama ti segua!
ciao ciao

luna...

Simone ha detto...

Luna: grazie! Quella cosa su chi scrive il blog l'ho detta nell'ultimo aggiornamento del blog vecchio... o almeno credo ^^.

Simone

Tittera ha detto...

Ciao,
mi sono imbattuta nel tuo blog per puro caso e ci tenevo a dirti che lo trovo carino, interessante e ben fatto.

Oltre tutto sono una veterinaria che alla tenera età di 30 anni ha deciso di affrontare il test d'ingresso per le professioni sanitarie, perciò, non sai quanto ti capisco. Ovviamente sapere che Einstain è stato segato mi consola e mi fa pensare che alla fine, se è stato segato lui, figurati io.

L'importante è partire pessimista così, male che vada, ho almeno il contentino di potermi dare ragione con un bel "L'avevo detto io!"

Ti faccio i complimenti per il libro e per la carriera universitaria (tanto ormai il test l'hai fatto e non posso più gufare) anche se credo, unico punto in disaccordo con te, che ognuno possa scrivere e pubblicare (se qualcuno decide di investirci) ciò che vuole: romanzi bellissimi, problemi personali o un trattato su calli, funghi e rimedi della nonna perché, alla fine, è chi compra che decide. Chi non gradisce non deve far altro che spostare l'attenzione sulla copertina del libro accanto.

Ciao e ancora complimenti.

Simone ha detto...

Tittera: è confortante anche sapere che c'è qualcuno nelle mie stesse condizioni, o quasi.

Poi è vero che chi compra decide, sarebbe bello riuscire a influenzare queste decisioni con un lavoro ben fatto... ma forse non è possibile.

Simone

Tittera ha detto...

Penso sia impossibile, e non certo perché io non creda nelle tue potenzialità visto che non ci conosciamo. Però è ovvio che un "lavoro ben fatto" è un lavoro ben fatto per te.

Rabbrividisco pensando che qualcuno riesca a spendere soldi per leggere una qualsiasi cosa scritta da Moccia ma, molto probabilmente, in tanti giudicano illeggibile Q di L. Blisset.

In sintesi, ciascuno a modo suo, con il proprio denaro e tempo da spendere.

Scusa, ma il test com'è andato? :)

ps. Ormai ho risposto qui, accorgendomi solo ora di aver sbagliato post col commento di prima. Sono distratta e questo non mi aiuterà con quelle domandine di logica stracolme di negazioni

Simone ha detto...

Il test alla privata non è andato, alla pubblica sono più ottimista ma i risultati ancora non si sanno.

Simone

Divenire ha detto...

Molto interessanti i tuoi libri e il tuo blog! ma l'interesse personale ricade sulla frase faccio training autogeno...è vero? lo fai veramente? ti è stato utile? se le risposte sono veramente si, allora vorrei invitarti ad un convegno a settembre sul training autogeno.
Grazie se mi rispondi
ciao Luciano

anny ha detto...

cioè vuoi laurearri in medicina davvero?

solo per avere conferma che "matti" come me esistono...

ciao

anna ;)

Simone ha detto...

Anny: il mondo di matti è (quasi) pieno! ^^

Simone

Dreaming and running ha detto...

Ciao Simone. "Chapeau" per il tuo blog, interessante e piacevole ma mai volgare; mi ci sono ritrovato per tanti motivi. Ho letto la tua candid intervista su Laura e Lory, un blog che seguo assiduamente, stamattina presto. Vengo spesso presto in studio (p.s. sono un ingegnere civile con un tentativo di seconda laurea,architettura, non andato a segno per troppi motivi) per poter scrivere, non necessariamente sul mio blog, nato da poco e quasi per caso. Ed invece stamattina ho passato un paio d'ore a leggere, ed a leggere bene. Colpa tua, ovviamente. In tante cose mi sono ritrovato e tante cose mi hanno fatto sorridere e, come hanno scritto sui commenti alla tua intervista, "a volte, sorridere, è più bello che ridere".
Ciao, collega!!

Simone ha detto...

Dreaming: ciao collega, grazie davvero per i complimenti. Ed è vero anche quello che dici: a volte è meglio sorridere.

Simone

Anonimo ha detto...

persona decisamente poco comune e interessante: ottima l'idea di essere ingegnere e medico...in bocca al lupo