27/02/09

Vita da single: tutta la robaccia inutile che vi riempie la casa (o che per lo meno riempie la mia).

Ricordo ancora perfettamente quando, da giovane, vivevo ancora con i miei (fino all'anno scorso, insomma ^^):

«E adesso dove cavolo lo metto io st'attrezzo?!» sbraitava mia madre, ogni volta che mi azzardavo a rientrare a casa con un qualsiasi oggetto da lei ritenuto eccessivamente ingombrante (definizione valida anche per una semplice scheda telefonica spessa 2 millimetri).

Adesso invece me ne vivo da me medesimo, e quando compro stronzate senza minimamente ragionare su quello che sto facendo me le posso portare a casa con la medesima tranquillità di avere buttato i miei soldi, ma con la nuova certezza che - per lo meno - nessuno me le tirerà dietro.

Eccovi allora una breve lista di tutte le cose che - finalmente libero di esprimere la mia passione per accumulare robaccia - ho collezionato nell'arco di questi pochi mesi. E se anche voi vivete per conto vostro immagino che sto per fare una descrizione del vostro arredamento, ma vabbe':

La robaccia inutile che mi riempie la casa.

Tutti gli accessori del Wii: il volante, la pistola, il fucile, il tappetino per ballare (vedeste quanto sono sexy quando lo uso!) la pedana per fare ginnastica, il microfono, la chitarra e - ovviamente - il secondo pad per fare i doppi. E questo mi dà l'occasione per qualche sotto-riflessione a catena:

- Quando vado al negozio e chiedo: avete il nunchuku per il pad della wii mi rendo conto che i miei sono i 33 anni peggio spesi nella storia dell'umanità... tolto giusto il commesso che di anni ne ha 40, compra più giochetti di me e non si pone nemmeno il problema.

- Ma voi ce le vedete davvero Nicole Kidman e la Giuliana che giocano a Mario Kart sul divano? Assolutamente impossibile: io scommetto che c'hanno la Play 3.

- Se ho vissuto coi miei fino a questa età - evidentemente - c'era un motivo.

L'xbox 360: questo l'ho avuto dando indietro i vecchi giochi che riempivano mezzo salotto. Per cui, in un certo senso, è stato come liberare spazio.

Il televisore a cui collegare tutto: il problema non è la TV in sé, che tra l'altro non è affatto grande, quanto i chilometri di cavi che passano per tutta casa.

Due pupazzi simil-indiani comprati dal venditore senegalese per strada: insieme a questi ho comprato anche un quadro, perché così mi faceva lo sconto. Che genio degli affari, che sono!

Un tavolino dell'Ikea, brutto e ingombrante:
mi serve per buttarci sopra i vestiti quando sono indeciso se lavarli o se indossarli un'altra volta. Quelli sporchi, in genere, stanno sul pavimento.

Vasi di plastica e fiori finti dei negozietti cinesi: presi per abbellire l'ambiente, e successivamente buttati da una parte (sempre per abbellire l'ambiente).

Una pianta vera, di quelle che dovrebbero fare i fiori:
ha iniziato ad appassire 2 giorni dopo essere entrata in casa mia, e da allora sta ancora agonizzando. Qualcuno mi ha detto che le piante hanno bisogno d'acqua e tante altre cose... eppure gli ho lasciato 50 euro per comprarsi quello che vuole, ma stanno ancora lì sotto al portavaso.

Set di 6 tappeti: li ho presi in offerta in un negozio che liquidava tutto perché stava per chiudere (chiude ogni tre mesi, poverino!) Adesso il pavimento è quasi interamente rivestito da uno strato di tappeto che inghiotte tutto quello che ci cade sopra, e posso smettere per sempre di pulire per terra.

Il cellulare, il lettore MP3, il lettore di ebook, la macchina fotografica, il Game Boy, il computer portatile e non so che altro stramaledetto attrezzo digitale: il problema non sono tanto gli oggetti in sé, ma i caricabatterie che non so più dove mettere.

Un po' di libri fotografici colti: per fare colpo sui miei amici intellettuali, quando vengono a trovarmi.

Un po' di libri fotografici pieni di culi e tette: per fare colpo sui miei amici meno intellettuali, quando vengono a trovarmi.

Un po' di riviste porno: per quando non viene a trovarmi nessuno.

Apribottiglie di design, fatto da qualche architetto: funziona peggio di un qualunque apribottiglie normale, e ne occupa cento volte lo spazio.

Tappabottiglie con dispositivo-anti-goccia: a casa mia una bottiglia di vino non è mai avanzata, e tanto anche se il vino gocciola nessuno deve pulire.

Padella per la carne con scanalature per il grasso: il guaio è che poi ho scoperto che andava lavata.

Grattugia parmigiano elettrico: di cui basta solo il nome per definirne l'inutilità.

Accendino a forma di rana: quando premi la levetta illumina gli occhi e gracida... peccato solo che la fiamma non si accenda.

Alberello in miniatura, presepe, un pandoro e torroni vari: che fretta avete di rimettere a posto le cose? E male che vada, il Natale tornerà anche quest'anno.

E poi, ultimo ma non ultimo...

Scaffale pieno di romanzi: che sarebbe anche una cosa normale, se per metà non fossero libri scritti da me. In ogni caso li ho letti tutti, e alcuni non sono neanche malaccio...

A parte quello su Atlantide, che in effetti faceva cagare.

Simone

11 commenti:

sommobuta ha detto...

Se Nicole Kidman e la Giuliana hanno la play 3, e hanno fatto la pubblicità alla Wii...

Hai una buona scusa per invitarle a casa e farle provare la tua xbox 360! :D

Simone ha detto...

Eh, ma non ho il secondo joypad! ^^

Simone

Federico Russo "Taotor" ha detto...

Capolavoro!! XD

La parte più bella:

===
Un po' di libri fotografici colti: per fare colpo sui miei amici intellettuali, quando vengono a trovarmi.

Un po' di libri fotografici pieni di culi e tette: per fare colpo sui miei amici meno intellettuali, quando vengono a trovarmi.

Un po' di riviste porno: per quando non viene a trovarmi nessuno.
===

CyberLuke ha detto...

Beh, vedila così: sei in buona compagnia, se non altro.
Io cerco di buttarla sul minimale... è l'unica salvezza.
Ogni giorno cerco di buttare via qualcosa, e ci riesco quasi sempre.
Il guaio è che lo stesso giorno, però, compro qualcosa di nuovo.

Simone ha detto...

Federico: grazie per aver sottolineato l'essenziale ^^

Cyber: e il bello secondo me è che del 90% delle cose che butterei non sentirei mai la mancanza... mentre il 10% si rivelerebbe subito indispensabile ^^.

Simone

Erika ha detto...

La robaccia in giro personalizza la casa. Gli arredatori odiano il disordine perchè non va mai fuori moda!

Auro ha detto...

._. Figata, sembra camera mia, solo che io vivo coi miei. Mia mamma ha qualche difficoltà ad arrampicarsi sulla scala a chiocciola senza corrimano e a scavalcare la pila di panni da lavare all'entrata della mansarda :P

Simone ha detto...

Erika: mi sa che hai proprio ragione!

Auro: ecco, tua madre però poverina "subisce", non come la mia ^^.

Simone

Claudio Giubrone ha detto...

Non so perché, ma anche se al momento vivo con i miei sento che casa mia sarà più o meno come la tua.

La parte con le riviste è la migliore^_^

Fra ha detto...

Ciao, ho letto diversi tuoi post e ti volevo dire che hai un modo di scrivere davvero carino e mi sono scaricata i tuoi ebook per leggerli (e, se mi piacciono, compro pure il tuo libro ad aprile!!).

Simone ha detto...

Claudio: penso che tutti i 10-60 enni maschi facciano più o meno allo stesso modo ^^

Fra: grazie davvero!

Simone