02/07/09

Esami, corsi di scrittura, magari l'Urania e - se Dio vuole - un po' al mare.

Rapido aggiornamento, tra poche novità e molti sviluppi delle solite cose.

Università: mi hanno segato/bocciato a Istologia/Embriologia, perché caso strano mi ha interrogato l'assistente che bocciava tutti. Ok non tutti tutti, però ha bocciato almeno me, e direi che è già abbastanza ^^.

Ho invece passato Biologia/Genetica. Il fatto che le avevo studiate per un terzo di quanto ho studiato Istologia dovrebbe farci capire a tutti qualcosa sull'università e un po' sul mondo in generale... anche se al momento il quale qualcosa mi sfugge.

Adesso insomma mi tocca studiare pure a Luglio per ridare l'esame andato male, e mi sa che finirò proprio a ridosso di Agosto visto che a correggere gli scritti ci mettono una vita e mezza. E io che avevo sperato di andarmene in vacanza, mannaggia a me e a quando mi sono messo in testa di fare lo scrittore intellettuale... o l'ingegnere pazzo (a seconda dei punti di vista).

Scrittura: ho ripreso un po' a scrivere. Un po' nel senso che la voglia c'è, le idee pure, l'entusiasmo sta salendo e in questa mezza giornata in cui finalmente non mi sentivo pressatissimo da esami imminenti ho scritto 3-4 o 5 pezzi per il blog, tra cui ovviamente questo.

Adesso devo decidere se sono così pazzo da voler scrivere un romanzo d'estate mentre studio e - almeno in teoria - avrei anche da lavorare e volendo anche da organizzarmi le vacanze. Forse sì, forse no. Comunque questo era per dire che inizio a non dare più troppa importanza alla forma del romanzo come tale (spero che si capisca cosa intendo dire) mentre mi piacerebbe leggere e magari scrivere anche semplicemente dei bei libri che trasmettano idee e facciano riflettere. Un po' come fare lo scrittore, insomma, senza dovermi legare per forza all'idea dell'autore-romanziere.

Devo inoltre dire, o confessare, che raramente quest'anno ho provato interesse per un romanzo o anche per un film di genere. Non è che fantascienza/horror e compagnia non mi piacciano più, ma è solo che ormai la roba che vedo in giro mi pare solo una scusa per ricopiare qualcosa che è piaciuto 30 anni fa senza inserire contenuti, contesti e riflessioni nuove.

Per chiarire: chissene frega dei vampiri, chissene frega di Terminator e dei Trasformers, chissene frega degli zombi e chissene frega dei seguiti di roba di 20 anni fa che usciranno l'anno prossimo. Mi stupisco anche che la gente segua certe cose per poi magari restarne delusa: io mi annoio solo coi trailer o le quarte di copertina!

Il fantastico dovrebbe essere una chiave di lettura, e non rappresentare semplicemente l'intero e unico contenuto, tra l'altro nemmeno originale. Ma se la pensate diversamente, amici come prima.

Corsi di scrittura: mi sono iscritto a un corso di scrittura, ma che essendo gratuito e a numero chiuso non so se mi chiameranno (specie se leggono come scrivo).

Comunque il corso è di Mondadori ed è questo qui. Sinceramente 2 ore al giorno mi pare pochino e di una possibile noia mortale con gente che spiegherà che a scrivere un libro ci vuole tanto impegno e tanta bravura e poi... ooops, finite le due ore. Ma forse invece magari sarà utilissimo e divertentissimo, e poi conoscerò il mio futuro editor che mi pubblicherà tutto... per cui almeno a iscrivermi c'ho provato.

Ancora scrittura: lo so, che palle! Comunque è solo per dire che ormai stiamo a Luglio, e nei prossimi giorni sapremo come è andata col premio Urania. Io non mi aspetto di vincere perché il mio romanzo semplicemente non c'entra un cazzo con quello che vince di solito, o meglio: tutte le cose che scrivo io non c'entrano un cazzo con quello che di solito vince (in generale e non solo per l'Urania voglio dire ^^).

Però almeno di rientrare nel gruppo dei segnalati spererei di meritarmelo, così poi potrei tirarmela un po' coi miei parenti nonché lettori del blog e mettere l'ebook online sperando che qualcuno si prenda la briga di dargli un'occhiata per scoprire com'è che ha quasi vinto, ma poi invece no.

Vabbe', insomma speriamo. E comunque, al solito, vada come vada.

Io, in ogni caso, oggi continuo a scrivere.

Simone

10 commenti:

Angelo ha detto...

raramente quest'anno ho provato interesse per un romanzo o anche per un film di genere. Non è che fantascienza/horror e compagnia non mi piacciano più, ma è solo che ormai la roba che vedo in giro mi pare solo una scusa per ricopiare qualcosa che è piaciuto 30 anni fa senza inserire contenuti, contesti e riflessioni nuove.

La stessa sensazione ce l'ho io da un po'. Mi capita di chiedermi se si sono evoluti i miei gusti o è rimasto indietro il cinema di genere.
Sicuramente cose che mi sarebbero piaciute quand'ero piccolo ora non mi soddisfano più (da piccolo ridevo per Massimo Boldi... a ripensarci mi sembra assurso...) ma è anche vero che non ci sono più i film di una volta :D
(Blade Runner, Gattaca, L'esercito delle 12 scimmie...) o almeno a me ultimamente non mi è capitato di vedere nulla del genere...

Gloutchov ha detto...

Caro Simone, io non pretendo sempre nuove idee e nuovi temi. A volte riesco a farmi coinvolgere anche dai remake, mi sorprendo nello scoprire piccoli cambiamenti e, mi diverto quando trasformano film di un genere in un altro (vedi Starsky & Hatch... che da poliziesco divenne commedia, con tanto di inversione di ruoli tra i due poliziotti).

Vado al cinema con gli occhi di un bambino e cerco di divertirmi. Non sempre sono contento di ciò che vedo ma, partire prevenuto mi porterebbe a non apprezzare nulla.
Poi... ho inventato la categoria dei film da vedere a "cervello spento", sono i migliori da vedere dopo una dura e odiosa giornata di lavoro! ^_^

Simone ha detto...

Angelo: credo entrambe le cose. Sono cambiati i nostri gusti, e libri e cinema stanno tornando indietro.

O più che altro ci sono altre cose interessanti che non rientrano più in quello che ci piaceva una volta... cosa del resto abbastanza normale nonché per certi versi auspicabile.

Glauco: non è questione di pretendere o di spegnere solo il cervello. Starsky e Hatch mi è piaciuto molto ma è un film comico anche piuttosto originale, non è Starsky e Hutch 3 con le stesse battute del primo!

Io semplicemente non sono interessato a certe cose, chi produce film o libri di genere horror e fantastico non è più in grado di attirare la mia attenzione. Poi quando voglio divertirmi il cervello lo spengo pure io, sia chiaro, ma se una cosa non mi va di vederla non arriviamo nemmeno al punto in cui decido di accontentarmi visto che non vado a vederla.

Credo che tra l'altro i produttori si siano resi conto di questo atteggiamento del pubblico, visto che stanno puntando su cose come il 3D per incuriosire gli spettatori annoiati.

Simone

Samirah ha detto...

Mi sono iscritta al corso anch'io. Chissà... :)

Valery ha detto...

ciao^_^
E'è un po' che non passavo da queste parti...come stai?

coof coof...anche io mi son iscritta a quel corso della mondadori...per la serie "proviamoci".

a presto
Valery

Alex McNab ha detto...

Tutto soggettivo: io mi annoio a morte solo a leggere le quarte di copertina di quegli autoroni che scrivono pipponi pesantissimi sui problemi "reali" che affliggono il mondo, oppure che ci ammorbano con noiosissime autobiografie.
Forse io sono uno di quelli che preferisce leggere un quotidiano per capire/comprendere i tempi in cui viviamo, mentre nei libri cerco svago, fantasia e - perchè no - divertimento puro.
Come già dicevo, è tutto soggettivo.

Simone ha detto...

Samirah e Valery: mi sa che ci siamo iscritti un po' tutti... ^^

Alex: ma infatti sono daccordo con te... e a dirla tutta credo che i gusti strani siano i miei, visto che se certe cose interessano e hanno successo si vede che la maggior parte delle persone la pensa diversamente.

Simone

keypaxx ha detto...

Auguri allora per la vena ritrovata.
:)

Samirah ha detto...

Mi è arrivata la mail della Mondadori con la scritta da gratta e vinci "Hai perso, ritenta".

Qualcuno di voi è stato accettato? :)

Simone ha detto...

Anche a me (nel senso che non posso partecipare al corso). Mi sa che ci saranno state tipo 10 mila domande! ^^

Simone