23/09/08

La mia seconda laurea in Medicina: con la fila che c'è in segreteria, l'esame fai prima a ridarlo che a fartelo riconoscere.

Non ricordavo quanto fosse orribile il rapporto con le segreterie universitarie. O meglio, me lo ricordavo ma speravo ingenuamente che, passati 10 anni dal mio ultimo contatto con gli uffici della mia facoltà, la situazione fosse cambiata.

E invece, manco per il cappero!

Essendo già laureato, ho fatto domanda alla segreteria amministrativa per il riconoscimento di quel poco che mi potranno riconoscere (ingegneria e medicina non hanno moltissimo in comune, sapete? ^^).

Questo è avvenuto 2 settimane fa. Oggi (18 Settembre) sono andato a parlare col presidente del mio corso di laurea per sapere come organizzarmi e cosa andare a seguire in attesa della sentenza definitiva del grande consiglio totale dei professori medici dottori dell'Università. Risultato, il consiglio c'era stato già IERI, ma ovviamente la segreteria amministrativa non aveva ancora mandato la mia domanda alla segreteria didattica, e mi toccherà aspettare un altro mese.

Questo ha portato alle seguenti conclusioni:

- Due settimane non sono abbastanza per portare dei fogli da un ufficio all'altro del Policlinico. Ricordatevelo se state per morire.

- Se me lo avessero almeno detto, avrei portato la domanda direttamente in segreteria didattica... che del resto è proprio quello che ho fatto dopo:

- Ho portato di nuovo la domanda in segreteria didattica... dove mi hanno chiesto in più un certificato di iscrizione con conseguenti 2 ore di fila in una segreteria amministrativa assalita dai primi subentri al test di ammissione. Il certificato di iscrizione era fondamentale, visto che molta gente chiede il riconoscimento di esami per facoltà a cui non è iscritta. Il perché lo facciano resta un mistero.

- Alla fine sembra che mi riconosceranno un paio d'esami, ma hanno grossi dubbi per Chimica: a ingengeria si preparava in 1 anno, mentre a medicina il corso dura tipo 10 lezioni per cui è evidente che c'è qualcosa che non va. Visto poi che parlo 5 lingue (tra cui un po' di Italiano) e gestisco da anni con siti internet e robe varie, potrebbero abbuonarmi qualche lezione di inglese e informatica.

- Essendomi forse riconosciuti 2 esami, potrò iscrivermi al secondo anno di Medicina quest'anno... e al secondo ripetente il prossimo anno. Non potendo seguire tutti gli esami del secondo (visto che sono negli stessi orari di quelli del primo) non c'è modo di non perdere le frequenze e non c'è modo di passare dal secondo al terzo. Una sorta di avanzamento con successivo arretramento, che alla fine lascia tutto come prima insieme a una meravigliosa sensazione di presa per il culo.

- Iniziare al secondo anno ha di buono che mi toglieranno dalla graduatoria per l'ammissione al primo, e qualche altro sfi... studente potrà iscriversi al mio posto. Insomma, io non ci guadagno niente ma sono contento di non togliere questa possibilità a nessuno. In fin dei conti non era nemmeno giusto.

- In ultimo, il presidente del mio corso di laurea quando gli ho detto che ero già ingegnere mi ha guardato come se fossi pazzo (ma ormai inizio a farci l'abitudine) e penso che stesse per schiacciare il tasto sotto la scrivania che allerta il nucleo neuropsichiatrico della facoltà. Quando alla fine ci siamo salutati, però, m'è parso di buon umore e mi ha addirittura detto: benvenuto a bordo.

Ormai, ho la laurea in pugno! ^^

Simone

19 commenti:

Gloutchov ha detto...

Urk! 5 Lingue? Wow!

keypaxx ha detto...

Auguri!!!
:)

luna... ha detto...

Oddio queste segreterie sono da manicomio...davvero hai aspettato 2 ore? mmh..
che lingue parli?
comunque spero per te che ti facciano passare al secondo anno.. sarebbe un gran bel vantaggio!

luna...

Claudio Giubrone ha detto...

Noto che non solo nella mia segreteria gli incubi diventano reali (tre segreterie in tre posti diversi della città!)

Bruno ha detto...

Sei già ingegnere e vuoi pure studiare medicina? Insomma, lavorare no, eh? :)

Auro ha detto...

Io di lingue ne parlo 4 avendo fatto un indirizzo linguistico alle superiori. Avevo preso anche un diploma che mi consentiva di andare a insegnare l'italiano in francia volendo e vari altri attestati, solo che l'anno in cui mi sono iscritta non accettavano nessuna certificazione e le idoneità le ho dovute fare lo stesso... ad occhi chiusi. L'anno dopo hanno ripreso ad accettare gli attestati in sostituzione dell'esame. Non tirerò in ballo i 200 euro circa che ho speso per i diplomi di lingue che non mi sono mai serviti, dato che anche al lavoro basta barrare una crocetta per parlare una lingua e nessuno me li ha mai chiesti (va bè che pare che parlare quattro lingue pare non basti nemmeno per fare la cassiera all'ikea, mah...), e che ormai sono scaduti. Però la perdita di tempo di fare un esame in cui chi esce da un indirizzo linguistico con tanto di certificati europei riconosciuti trova la stessa difficoltà che nel fare i compiti della sorella delle elementari sì.

Stessa cosa ovviamente con informatica, a nessuno fregava del fatto che gestissi vari siti web.

Col senno di poi però gioisco, due trenta e lode regalati per me. Peccato tutto il tempo che comunque ho perso per darli. Quello non me lo ridà indietro nessuno.

Per finire, nella nostra segreteria studenti d'inverno con dieci gradi sottozero c'è la fila fino in strada. Io non ci entro neanche, per principio. E poi per fare la rinuncia agli studi si paga la marca da bollo, che tristezza. Mi sa che ste cose accomunano un po' tutte le università purtroppo. In bocca al lupo comunque, vedrai che superato lo shock da idiozia burocratica universitaria riuscirai ad apprezzare al massimo quest'esperienza!

mattymaina ha detto...

Ciao simone, come mai una seconda laurea? E' il mio sogno prendere più lauree ma ho paura che alla fine di questi 5 anni la mia opinione cambierà! ^_^

Alex McNab ha detto...

urka, che bella la burocrazia universitaria! Non la ricordavo :)

Cinque lingue?
Dunque...
italiano,
inglese,
una cinquantina di parole di spagnolo,
una cinquantina di parole di tedesco...

eh, no, sei messo meglio tu :o)

Simone ha detto...

Glauco: be` a parte che come ho detto una è l'italiano, poi le lingue dipende anche da come le parli. Io me la cavo un po' con tutte, meglio l'inglese e quando lo studiavo (ora è un po' arrugginito) il francese.

Keypaxx: grazie, è sempre un piacere quando mi vieni a trovare!

Claudio: almeno le mie sono vicine, meno male! ^^

Bruno: sono diversi anni che lavoro come libero professionista. Al momento proverò a fare entrambe le cose, poi mi rendo conto che ci sarà un momento in cui lo studio della medicina prenderá così tanto tempo da costringermi a mollare tutto il resto... ma è un momento lontano e se ne varrá la pena come ho giá detto tempo fa è una cosa che arriverá da se'.

Auro: il problema è che a medicina c'è anche la frequenza obbligatoria... però almeno inglese sono solo 2 ore a settimana, penso che sopravviverò... e grazie per l'incoraggiamento!

Matty: dopo diversi anni con la Croce Rossa ho visto che la medicina mi appassiona e ho deciso di provarci. Poi a cambiare idea si fa sempre in tempo, intanto vediamo come vanno le cose.

Alex: io parlo Italiano (malino ^^) inglese bene, francese lo parlavo bene ora me lo sto scordando, tedesco lo parlo decentemente ma non becco un articolo al posto giusto e capisco metà di quello che mi dicono (il tedesco è veramente una lingua assurda!) mentre lo spagnolo l'ho studiato poco ma per un italiano è piuttosto facile.

Simone

Ehm..... ha detto...

Ciao, innanzitutto volevo dirti complimenti per il tuo blog...scrivi davvero benissimo...io sono arrivata a questo blog poichè cercavo su internet un modo per scrivere i dialoghi del libro 8se usare le virgolette, i caporali, i trattini, se andare a capo) che sto scrivendo sul pc (è un manoscritto..lo sto ricopiando..e non so come scrivere i dialoghi onestamente..) da lì ho letto i tuoi consigli su come scrivere e fortunatamente posso dire che li rispetto quasi tutti, tranne il cambio di personaggio che nel libro che sto scrivendo si effettua al sesto capitolo più o meno.. Poi ho trovato il link a quest'altro tuo blog..e ho letto che cosa stai passando per le segreterie dell'università di medicina...medicina è sempre stato il mio sogno e per pochissimi posti quest'anno non sono entrata! E posso spiegarti perchè le persone vanno a chiedere di essere convalidate esami di facoltà a cui non sono iscritte..E avendo tolto il posto dalla graduatoria darai la possibilità ad un altro che come me magari aspettava con ansia lo scorrimento! Beh, questo commento già è lunghissimo non ti farò gettare nell'immondizia altro tempo utile a leggermi..Spero che tu mi risponda per quanto da questo commento io possa sembrare una completa idiota mezza esaltata...
D.

Simone ha detto...

Ehm: grazie per il commento! Non preoccuparti se scrivi tanto, anzi mi fa piacere avere un blog attivo!

Il test per medicina purtroppo è molto difficile. Se davvero è il tuo sogno iscriviti a una facoltà simile e riprova il prossimo anno... e soprattutto studia un casino e non ti arrendere!

Simone

Carmelo Scaccia ha detto...

Beh non è così difficile...se sono entrato io...

Nicola ha detto...

ridicolo

Simone ha detto...

Ma ridicolo io, la burocrazia o il commento sopra che voleva provare il test? Comunque grazie per il commento ^^.

Simone

Alessandro ha detto...

Sono quasi laureato in ingegneria, mi manca circa un anno per finire la specialistica, ebbene spesso ho pensato che mi sarebbe piaciuto fare medicina, in particolare sono sempre stato affascinato dai lavori sul DNA e le staminali etc..., ma nel mio caso non avrei mai le palle per mettermi a studiare altri 6 anni seguiti dalla specializzazzione! Ma parlo per me, pur tenendo in conto che quello che sto studiando NON mi piace più di tanto ormai penso che in ogni caso il mio settore sarà quello, del resto non possiamo essere tutti soddisfatti dalla vita... nutro una profonda ammirazione però per te, anche perchè io, se non fosse per un medico che ha iniziato a studiare medicina a 45 anni dopo la perdita di un suo caro, non sarei nemmeno nato visto che lo stesso medico ha salvato la vita di mio padre prima che nascessi io...

In bocca al lupo!

Simone ha detto...

Alessandro: grazie davvero di cuore, messaggi come il tuo mi incoraggiano molto. E comunque se sei insoddisfatto e stimi le persone che hanno il coraggio di cambiare vita, magari vale la pena di pensarci seriamente... ma intanto la specialistica prenditela!

E mi interessa la storia di tuo padre e quel medico, se ti va di dirmi di più io sto sempre qui ^^.

Simone

Cristina ha detto...

Hey! E' da un paio d'anni che mi frulla in testa questa idea! Anch'io ho una laurea in ingegneria (ambientale) e vorrei prendere la seconda in medicina....è da quando son piccola che sogno di fare il medico. Poi, per motivi ancora a me ignoti, ho fatto ingegneria...
Tu come te la passi? Qualche News? Come procede? Fammi sapere...Magari è la volta buona che mi faccio coraggio. Anche se io ho, ormai, 36 anni.....Ciao, Cristina

Simone ha detto...

Ciao Cristina! Tutte le novità sui miei esami le trovi sul nuovo blog, www.simonenavarra.net

Comunque adesso sono al quarto e sta andando benissimo! ^^

Simone

Hà Tuấn Đạt ha detto...



Lão trong giờ phút này, bị một ánh mắt làm cho tan rã!

Một ngụm máu tươi từ khóe miệng chảy xuống, trong máu tươi còn mang theo ánh vàng, đó là kim đan, lúc này, kim đan nứt ra, đan khí nhập vào máu huyết tuôn ra.

Lão già này, là một tu sĩ, Kết Đan tu sĩ! Về phần thanh niên tử y, thì chỉ có luyện khí kì, nữ nhân, cũng chưa tới trúc cơ.

Nếu một kết đan tu sĩ nếu không cố kị phàm nhân mà ra tay ác độc như thế, như vậy Vương Lâm không chút do dự xuất ra sát khí.

Huống chi, lão nhân này còn trêu chọc vào nhi tử của Vương Lâm.
dong tam
game mu
cho thuê phòng trọ
cho thuê phòng trọ
nhạc sàn cực mạnh
tổng đài tư vấn pháp luật
công ty luật
số điện thoại tư vấn luật
dịch vụ thành lập doanh nghiệp
-Ngươi…
Lão nhân ngồi xuống ghế, ba một tiếng vỡ vụn, cả người hắn nằm xuống mặt đất, sắc mặt tái nhợt, lập tức lấy đan dược trong túi trữ vật nuốt vào, sau đó lập tức bóp nát ngọc giản đưa tin.

Trong tửu lâu im lặng vô cùng, rất nhiều khách nhân vẫn còn trong mê muội, nhưng có một ít người thông minh, vội vàng đứng dậy tính tiền rời khỏi.