31/10/08

Le persone che hanno (quasi) cambiato il mondo: Frank Henry Netter, medico e artista.

Scommetto quello che volete che, se non avete una laurea in una qualunque disciplina medico-sanitaria, non avete mai sentito nominare questa persona in vita vostra.

Eppure, se qualcuno vi ha rimesso a posto il tunnel carpale che vi siete sbriciolati a forza di cliccare su chissà cosa su Internet, o se riuscite nuovamente a camminare dopo l'incidente che vi ha atomizzato l'articolazione del ginocchio, probabilmente dovete ringraziare anche questa persona.

È quasi certo, infatti, che il chirurgo che vi ha aperti e (se leggete questo post) richiusi con successo abbia studiato sulle tavole anatomiche disegnate da questa persona.

Biografia molto ridotta:

Nato a New York il 25 Aprile 1906, Frank Netter si appassionò fin da giovane all'arte e al disegno. Dopo essersi diplomato in un'importante accademia nazionale (ovviamente Americana) e dopo aver iniziato già con successo una carriera da illustratore, la famiglia del dottor Netter lo convinse a intraprendere gli studi di Medicina, visto che fare l'artista non era poi una cosa che stava tanto bene.

Divenuto dottore, Frank si ritrovò a fare il medico nel bel mezzo della recessione, e si rese presto conto di una realtà del resto estremamente evidente anche ai giorni nostri: dopo esserti fatto un mazzo così all'università, magari ti ritrovi a guadagnare due soldi o addirittura a essere disoccupato.

La necessità di dover pagare affitto e, di tanto in tanto, anche qualche pasto, portò il dottor Netter a riprendere la sua attività di disegnatore, illustrando i prodotti di alcune industrie farmaceutiche. Il successo di queste illustrazioni spinse il dottor Netter a realizzarne molte altre, al punto che continuò a disegnare praticamente fino alla morte, avvenuta nel 1991.

Come ha cambiato il mondo:

Grazie alla fusione di passione per il disegno e conoscenze in ambito medico, Frank Netter realizzò migliaia di tavole anatomiche che illustrano il corpo umano fin nei suoi microscopici dettagli.

Se mai supererò l'esame di anatomia, lo dovrò grazie all'Atlante realizzato da questo medico e dai suoi disegni in cui si riesce addirittura a raccapezzare qualcosa in mezzo all'orrendo groviglio di muscoli, nervi, vene, legamenti, ossa e tendini che compongono il corpo umano.

E lo stesso vale per tantissimi altri medici che operano e lavorano tutti i giorni: se i pazienti che uccidono per sbaglio credendo che la cosa da tagliare X si trovi invece al posto della cosa da non tagliare assolutamente Y (dentro di noi è pieno di cose da non tagliare, sapete?) sono in fondo una minoranza, lo dobbiamo anche al lavoro dettagliatissimo del dottor Netter.

Curiosità:

Come si vede chiaramente dalla foto, uno dei più importanti medici di sempre fumava il sigaro all'età di 80 anni suonati. E m'immagino quando la cicca gli cadeva sul disegno, rovinando tutto ^^.

Su Internet ho letto che, per uno dei primi lavori, Frank aveva chiesto 1500 dollari per un insieme di 5 tavole. Il direttore dell'industria farmaceutica che aveva richiesto il lavoro capì male, e pagò effettivamente 1500 x 5 = 7500 dollari per lo stesso lavoro. Qualcuno gli avrebbe fatto notare l'errore... ma evidentemente non il dottor Netter, con tutti i guai che c'aveva.

E sinceramente nemmeno io.

Simone

13 commenti:

Alex McNab ha detto...

Urka! Non si finisce mai d'imparare... infatti io Netter non l'avevo mai sentito nominare!
E poi, visto che si è fatto un nome in tempo di recessione, è un personaggio quanto mai attuale!

Bell'articolo, complimenti!

Simone ha detto...

Alex: è famoso in ambito medico... e grazie!

Simone

Valery ha detto...

Concordo con alex: non si finisce proprio mai di imparare!

Ciao Valery

Auro ha detto...

Nemmeno io gliel'avrei fatta notare la cosa dei soldi in più. Ebbravo il nostro Netter!

Simone ha detto...

Valery: ciao!

Auro: non sono riuscito a verificare quella storia al 100% (sul sito ufficiale non c'è). Però davvero mi piacerebbe che oltre a insegnarmi l'anatomia il dott. Netter mi infonda anche un po' di "svegliaggine"... che mi serve tanto ^^.

Simone

NERO ha detto...

Salve, volevo segnalare che su http://www.ilrifugiodeimoai.it stiamo pubblicando in ebook gratuiti i romanzi dei nostri utenti, nel caso qualcuno fosse interessato alla pubblicazione, che è a titolo gratuito e senza nessun impegno se non la voglia pura di far leggere e di leggere, può inviare la propria opera a info@ilrifugiodeimoai.it o curiosare sul sito http://www.ilrifugiodeimoai.it un caro saluto

Luca ha detto...

Ciao Simone
quando ero al secondo anno di medicina, la foto di Netter con il sigaro mi ricordava vagamente Tinto Brass. In ogni caso, le tavole sono veramente belle, e mi ricordo che la ragazza con cui stavo all'epoca (e con cui sto ancora visto che l'ho sposata) copiò e colorò l'immagine del cuore e me la regalò come testimonianza del suo sentimento. Forse per alcuni un pò macabro, ma a me piacque molto. Ancora lo conservo, dopo quasi dieci anni.
A presto.
Luca

Simone ha detto...

Nero: grazie della segnalazione!

Luca: a me non sembra un ricordo macabro, anzi è una bella storia.

Simone

gelostellato ha detto...

Però, che sagoma questo Netter...
:)

Claudio GIubrone ha detto...

Al posto suo avrei fatto la stessa cosa XD

P.S. Un mio amico deve studiare al primo anno anatomia A e dopo anatomia B. Che vuol dire? Prima studia il lato A e dopo il lato B? Ancora non l'abbiamo capito.

Simone ha detto...

Gelo: ^^

Claudio: dipende dal programma. Da me per dire Anatomia 1 è lo scheletro, i muscoli e i legamenti. Anatomia 2 sono gli organi interni (almeno credo) e Anatomia 3 è il sistema nervoso.

Simone

Anonimo ha detto...

non per forza essendo dei laureandi in medicina lo si deve conoscere Netter. Io dipingo e il mio interesse per l'anatomia ha sfociato un po' più dentro il corpo di quanto mi servisse..interessante cmq il post

Simone ha detto...

Anonimo: hai ragione, sicuramente l'anatomia può essere utilissima anche nell'arte e nella pittura. La cosa interessante di Netter è che ha proprio unito le due cose!

Simone