16/01/09

Vita da single: tutti i segreti per fare la spesa al supermercato.

Quello dell'approvvigionamento è uno dei problemi più enormi del povero single che si trova a vivere da solo. Enorme non certo perchè fare la spesa sia brutto (io mi diverto tantissimo) ma perché l'innata incapacità dell'essere umano maschio a vivere per conto proprio vi porta... ok: MI porta ogni sacrosanta volta a spendere un casino di soldi per poi non aver comprato effettivamente un cavolo.

Ecco allora qualche trucco, consiglio o semplice idea per spendere bene e acquistare tra l'altro qualcosa di realmente commestibile o utilizzabile per pulire la casa:

Tutti i segreti per una spesa di successo!

- Il prosciutto inscatolato non è migliore di quello che comprate al bancone, e idealmente sarebbe addirittura il contrario (meglio farselo affettare fresco). La realtà dei fatti però è che appena vi vedranno arrivare, maschio trentenne col sorrisone di chi non ha un cazzo di nessuno a cui rendere conto per la spesa (nessuna moglie che vi costringe a tornare indietro a lamentarvi, intendo) vi rifileranno il prosciutto più moscio, schifido, grasso e tagliato male che gli avanzava. E il bello è che voi ve lo mangerete pure, convinti che sia buonissimo.

Se non si fosse capito: o imparate a riconoscere quale affettato va bene e quale no (e poi magari lo spiegate a me) o vi conviene restare sulla roba confezionata.

- Oltre al reparto coi fritti, a quello con i giornali e le riviste, a quello con le merendine grondanti di grasso e a quello che non sapete cosa vende ma c'è la commessa bona, c'è anche un noioso reparto con la roba per le pulizie. Fosse per me, lo potrebbero anche chiudere, ma se non vi ci siete mai fermati nemmeno una volta mi sa che a casa vostra c'è qualcosa che non va.

- Se acquistate della roba surgelata ad Agosto, o vi comprate anche quella cazzo di busta termica che costa 2 euro e la riciclate quante volte volete oppure dovete correre come dei matti fino a casa. Io vado al supermercato in macchina, e poi buco tutti i semafori.

- Per vostra informazione: se una roba congelata vi si scongela, poi la ricongelate, poi la riscongelate per mangiarla ma ci ripensate e la ricongelate di nuovo, quando poi finalmente vi decitete a mangiarla non è proprio che sia il massimo per la vostra salute. E non credo che lasciarla direttamente scongelata sia la soluzione migliore.

- Se ci sono due merendine apparentemente identiche, non date retta ai consigli di vostra madre: quella che costa di più è sicuramente più buona. Per risparmiare un po', evitate almeno di comprarle entrambe per fare la prova.

- Se un prodotto compare spesso in pubblicità, si vede che la ditta che lo produce guadagna molti soldi. Se guadagna molto vuol dire che il prodotto vende bene, e se vende bene vuol dire che è di qualità superiore.

Questo ragionamento potrà anche essere fallace, ma io non ne conosco altri.

- Se siete dei trentenni single, il vostro giudizio di qualità su quello che mangiate è effettivamente poco attendibile. In altre parole: comprare sempre e solo quello che vi piace vi condurrà alla vostra morte.

- Quella roba che ha lo stesso identico aspetto del gelato famoso che vi piace tanto, non ha probabilmente anche lo stesso identico sapore. Ma se glielo offrite scartato i vostri amici maschi non lo noteranno, mentre le vostre amiche faranno finta di nulla per cortesia.

La vostra ragazza, probabilmente, si sarebbe lamentata comunque.

- Le buste giganti di patatine fritte sono più attraenti di qualsiasi stimolo olfattivo, visivo, gustativo ed erotico. Mangiatene una a settimana per un anno, e ingrasserete sei chili.

- L'aragosta surgelata in offerta a sette Euro è la stessa identica aragosta che mangiate al ristorante per 100. Gli hanno solo tolto novantatre Euro di sapore.

- Esiste un reparto frutta e verdura, dove comprare buste di roba che dopo qualche giorno trasferirete direttamente dal frigo alla pattumiera.

- Se volete farvi un favore, gli yogurt alla frutta sono meglio di niente, e alle volte quando vi ricordate di averli non sono ancora da buttare.

- 100 diverse marche dello stesso sugo pronto avranno anche 100 diversi sapori: ma che diamine ci mettono dentro, in realtà? E lo stesso vale per le scatolette di tonno.

- Ricordatevi che la roba da sgusciare tipo noci e arachidi poi si trasforma in roba da spazzare dal pavimento o (conoscendo le vostre abitudini) in roba che vi scricchiolerà sotto i piedi per mesi.

- Infine, un consiglio che potrebbe essere utile per davvero (anche se ci sarete arrivati da soli): quando scegliete tra dei prodotti posizionati su più file, controllate sempre quelli un po' più indietro, perché in genere scadono più tardi. In ogni caso, se conservate in frigo, tante cose sono ancora buone anche qualche giorno dopo la data di scadenza.

Ma il latte, decisamente, no.

Simone

9 commenti:

Gloutchov ha detto...

[quoto]
- Ricordatevi che la roba da sgusciare tipo noci e arachidi poi si trasforma in roba da spazzare dal pavimento o (conoscendo le vostre abitudini) in roba che vi scricchiolerà sotto i piedi per mesi.

Io ho un mini aspiratore ricaricabile... ;)

Il latte scaduto... se tenuto per un tempo sufficiente fuori dal frigo, diventa Yogurt... tenuto ancora più tempo, diventa formaggio... tenuto ancora più tempo, diventa un essere senziente che vi caccia fuori di casa. ^_^

dactylium ha detto...

Ecco una considerazione alternativa: se un prodotto compare spesso in pubblicità, si vede che la ditta che lo produce ha difficoltà a venderlo. Se ha difficoltà a venderlo si vede che il consumatore lo apprezza poco. Se il consumatore lo apprezza poco si vede che il prodotto è di scarsa qualità.
Resta da capire dove l'azienda abbia trovato i soldi per fare la pubblicità. ^^

Scherzi a parte, hai mai provato a fare la spesa su Internet? Lo faresti mai? Cosa ne pensi?

Un saluto, dacty.

Simone ha detto...

Glauco: il mini aspiratore è d'obbligo!

Dacty: facendo la spesa su Internet credo che, alla fine, comprerei sempre le stesse cose "ricopiando" l'ordine precedente (sicuramente ci sarà un elenco dei vecchi acquisti). Ma così sarebbe un po' triste, no?

Simone

yashanti ha detto...

ma al super....allora? il trentenne cucca? Io ci ho sempre e solo fatto la spesa grazie a dio!

Bruno ha detto...

Le mie osservazioni su questo argomento così delicato:
- Compro il prosciutto nelle buste proprio perché mi farei fregare al bancone, in effetti. E compro un sacco di porcate da riscaldare con il forno a microonde.
- Compro detergenti e simili solo se me lo intima la signora che da alcuni anni si è assunta l'onere di farmi le pulizie (pagata più che decentemente, peraltro).
-La bustina per la roba surgelata prudentemente me la porto sempre in auto. La dimentico solo quando effettivamente vado al supermercato.
- Non so se la pubblicità indica un prodotto valido ma so una grande verità: la pubblicità la paga il consumatore.
- Comprare e mangiare quello che mi piace mi porterebbe sicuramente alla morte? Vero, se sono riuscito a diventare un quarantenne single è perché mi sono imposto di consumare un sacco di roba che non mi piace (frutta, insalata ecc...)
- E' vero che i prodotti che stanno per scadere li mettono davanti, e quelli con un buon prezzo spesso li mettono in basso (rasoterra). Quelli che non vi convengono dove sono? Ma è ovvio! Sono comodamente a portata di mano.

Simone ha detto...

Yashanti: effettivamente non è mai capitato nemmeno a me... al limite appunto guardo il sedere alle commesse ^^

Bruno: bellissimo commento, praticamente meglio del post originale! ^^

Simone

Bruno ha detto...

LOL !!

Grazie.

Antonia ha detto...

Mi credi se ti dico che a conti fatti non ho capito cosa esattamente bisognerebbe comprare e cosa no? ^_^

Un sorriso.Antonia.

Simone ha detto...

Antonia: uhm, dici che devo scrivere il seguito con tutta la lista della spesa? Magari è un'idea...

Simone