21/09/09

Le cose che mi piacciono a me: sei più bravo di un ragazzino di quinta?

Mi sono reso conto solo di recente che, nel mare di recensioni che circolano nella rete, praticamente nessuno si prende la briga di lasciare le proprie opinioni sui programmi televisivi.

Io invece penso che si dovrebbe parlare di più di quello che va in televisione. Un po' perché a criticare siamo capaci tutti (io stesso parlo regolarmente molto male della TV, su questo blog) e un po' perché, magari in una visione molto ottimistica della realtà, sarebbe bello premiare e rendere più visibili le trasmissioni di un certo livello e lasciare invece in secondo piano la roba di infima qualità che alle volte va in onda sui nostri canali.

Sei più bravo di un ragazzino di quinta? in onda su SkyUno e presentato da Massimiliano Ossini, è un quiz televisivo che segue molto da vicino le meccaniche del genere: una serie di domande a cui rispondere, dei premi che diventano a mano a mano più alti (fino a un montepremi finale di 50 mila euro) e la possibilità di perdere (quasi) tutto quello che si è vinto nel caso si dia una risposta errata.

La particolarità di questo quiz, e che lo rende diverso da altri format altrimenti identici, è che il concorrente può farsi aiutare da un gruppo di ragazzini di 10 anni che possono dargli un semplice suggerimento, rispondere a una domanda al suo posto o addirittura correggere l'errore nel caso di una risposta errata.

Ovviamente, o per lo meno questa è la sensazione che ho io, i ragazzini sanno già le risposte e non sbagliano praticamente mai. Adesso potrebbero anche essere tutti dei geni, o è vero che noi adulti siamo dei rincoglioniti (che è un po' il messaggio della trasmissione ^^) ma trovo comunque molto più interessante guardare un ragazzino che scrive una risposta (col rischio di sbagliare un acca o le doppie) rispetto a tanti altri meccanismi analoghi che si trovano in altri quiz.

Mi piace molto poi il fatto che le domande siano quasi sempre di tipo aperto (non ci sono cioè le canoniche quattro risposte tra cui scegliere) ma sufficientemente semplici da poter essere abbordabili anche dai chi guarda il programma. Mi capita spesso insomma di sapere la risposta (a parte in storia e geografia, nelle quali non per niente andavo malissimo, e non solo alle elementari), quando spesso altri quiz televisivi si basano su un nozionismo assurdo e privo di senso. Ancora, tante domande di matematica, logica e scienze premiano il ragionamento più che una cultura fatta puramente di nomi imparati a memoria, cosa anche questa non semplice da trovare in trasmissioni analoghe.

Se vogliamo trovare un difetto, gli atteggiamenti televisivi che alle volte vengono imposti ai ragazzi (per dire, i saluti che fanno quando si presentano) possono essere fastidiosi e rovinare la sensazione di spontaneità che - per assurdo - vorrebbero trasmettere. In ogni caso, la scelta di presentare degli studenti delle elementari in un ambiente che ricorda quello scolastico, piuttosto che il solito mix di ballerine in perizoma e personaggi inquietanti, ha portato a un programma decisamente gradevole e in grado di dimostrare che può esistere una TV più intelligente e - soprattutto - meno volgare.

Simone

7 commenti:

Fra ha detto...

Ciao, non ho mai guardato questo programma perché odio la TV e preferisco stare su internet che davanti al "nuovo focolare" (dalla sigla di "Indietro tutta")...
Però, grazie della tua recensione, così so che almeno una cosa decente la fanno... :))

Mirco ha detto...

Una volta avevo un blog che parlava di tv. Anzi credo che sia ancora online.
Tra i telefilm americani ce ne sono molti di qualità che consiglio a tutti di vedere. Uno su tutti: Battlestar Galactica.

Il format di cui parli tu è strano e tendenzialmente rivolto allo sfruttamento minorile.
Ma li pagano in gormiti i ragazzini?

Simone ha detto...

Fra: io pure in genere sto su internet, ma questo lo danno all'ora di pranzo per cui me lo guardo mentre mangio qualcosa.

Mirco: buona domanda... e sì, ci sono molti telefilm americani che piacciono anche a me, anche se in genere preferisco i vari Simpson/Griffin e le sitcom da ridere.

Simone

Fra ha detto...

Ah, ecco perché io non lo guardo... io non mangio!!! :))

Dama Arwen ha detto...

A me Battlestar Galactina non è piaciuto per niente...e mi sono guardata tutte e 4 le stagioni... noioso fino alla morte tranne qualche episodio davvero ben riuscito.

Non ho la tv a casa ma tempo fa guardavo ogni tantoi quizzoni pre TG di rai uno o canale 5 (il milionario e gli altri di cui non ricordo il nome). Mi piacciono xké c'è un minimo di interattività nel senso che puoi pensare anche tu alle risposte... non so se siano assurde o meno le domande... ma in questo di cui parli tu che tipologia di domane ci soon? Dici che sono aperte, te en ricordi quna?
:-)

Simone ha detto...

Dama: ehm... quale frazione è un centesimo del suo inverso? La pagina 3 di un libro arabo è a destra o a sinistra? Quale è il primo numero in ordine alfabetico (qualcosa del genere)...

La mia memoria si esaurisce qui ^^.

Simone

Mirco ha detto...

Battlestar è un capolavoro *_*
Simone, se ti piacciono le sitcom prova a vedere "the big bang theory"