17/09/09

Le piccole cose, che ci rovinano la vita.

Nella vita di tutti i giorni dobbiamo affrontare problemi insormontabili, grosse magagne, semplici formalità o anche - e questo è l'argomento del post - tantissimi fastidi tanto microscopici quanto intollerabili.

Insomma, le cose davvero piccole ma che, giorno dopo giorno, ci logorano senza pietà come la classica goccia che scava grotte e caverne fino a erodere interi continenti (o qualcosa del genere).

Le cose piccole che ci rovinano la vita:

- Il nastro adesivo, che quando vai a staccarlo si rompe a metà e viene via una striscia sottile da una parte mentre il resto rimane attaccato al rotolo.

Soluzione: usate la colla, comprate il porta-scotch con taglierino incorporato, o scagliate semplicemente il rotolo dalla finestra.

- La spillatrice che quando la usate non ci sono mai le spilline dentro.

Soluzione: imprecate ad alta voce contro l'ultimo che l'ha usata. Funziona sempre... anche se poi, di solito, siete stati voi.

- Le cose che avete sempre sotto gli occhi, ma che quando vi servono non trovate mai. Per dire, la copertina del il mondo quasi nuovo non l'ho più fatta perché non so dov'è finito il mappamondo in miniatura che ho avuto sulla scrivania per 10 anni.

Soluzione: non guardate le cose che per il momento non vi servono, oppure tenete tutto ciò che possedete in un grosso scatolone. Il problema è che poi non troverete più nemmeno quello.

- La roba surgelata che sta nel forno per ore ma resta sempre cruda.

Soluzione:
dimenticatevene per 5 minuti... e adesso la troverete bruciata.

- La cosa che avete appena comprato ma poi il giorno dopo esce il modello nuovo, e quello che avete voi adesso è una merda.

Soluzione: non comprate mai più nulla.

- I semafori sincronizzati male che li prendete tutti rossi, anche alle 2 di notte quando non gira nessuno.

Soluzione: andate in bicicletta alle 2 di notte per strada, così potrete passare col rosso senza che vi facciano la multa. Peccato che immediatamente dopo morirete.

- Il mouse senza fili che si scarica proprio quando vi serve ed è domenica notte e non vendono le pile da nessuna parte.

Soluzione: buttate quello senza fili e comprate un mouse normale, che tra l'altro costa meno delle batterie... e comunque, perdonatemi: ma davvero pensavate che si sarebbe scaricato quando non vi serviva?

Infine, per chiudere con una cosa che davvero rischia di rovinarvi la vita per sempre:

- Quando non c'è l'ascensore, fate tutte le scale e alla fine vi accorgete di esservi scordati qualcosa in macchina.

Soluzione: mandateci qualcun altro, comprate tutto doppio, chiedete al condominio di acquistare dei jetpack oppure fate semplicemente a meno di quello che vi siete dimenticati.

E se erano le chiavi di casa, potete sempre dormire sullo zerbino.

Simone

12 commenti:

La Zia ha detto...

Brutta gironata, eh?
Una carezza da Zia.

Simone ha detto...

Zia: ahaha, in effetti giornata tremenda: ufficio del gas, poi fila alla posta, poi torno a studio e SCOPRO di avere altra roba da spedire... insomma una fila sprecata! :(

Simone

Roby ha detto...

E la carta igienica che ti accorgi essere finita mentre 'elabori'?
E la pasta che ti si scuoce perche' ti telefonano a metà cottura?
E quando ti accorgi di non avere soldi, bancomat o CC solo al momento di pagare, magari dopo aver fatto una coda lunghissima?
La macchina che decide di non partire proprio il giorno che avevi un appuntamento importantissimo?
Oggi poi a lavoro è stato un incubo di 'piccoli problemi', ma questi me li tengo...
;)

Fra ha detto...

... quando sei in autostrada e devi telefonare urgentemente e improvvisamene il cellulare smette di funzionare per oltre mezz'ora...
... quando giri per tre ore per cercare parcheggio, ne avvisti uno, ti avvii velocemente verso la meta e la macchina davanti a te te lo frega...
... quando in una giornata speciale, in cui DEVI per forza fare delle fotografie, ti accorgi che la macchina è scarica e ti sei dimenticato le pile...

Ciao!!
:))

Simone ha detto...

Eh sì, la lista sarebbe lunga... ^^

Simone

Federico Russo "Taotor" ha detto...

===
Il nastro adesivo, che quando vai a staccarlo si rompe a metà e viene via una striscia sottile da una parte mentre il resto rimane attaccato al rotolo.
===

A quel punto si continua imperterriti, perché diventa proprio una questione di principio! XD

Alex McNab ha detto...

Risolvimi questa: sei seduto sul trono (il momento migliore della giornata) e, dopo aver soddisfatto i tuoi bisogni corporali, ti accorgi che la carta igienica è finita.
Magari sei anche in un bagno pubblico, o nel cesso dell'ufficio.
Che fai?

PS: solo dopo aver scritto questo commento ho letto che già Roby si era posto la domanda. Ma la lascio lo stesso perchè è un vero problema...

Simone ha detto...

Federico: e così sprechi tutto il rotolo!

Alex: io pensa che nei bagni pubblici ci vado solo se sto proprio per morire! ^^

Simone

Sabrina ha detto...

senza tenere conto che se passi col rosso alle due di notte in bici e non muori magari la multa la prendi lo stesso e ti levano punti sulla patente

CyberLuke ha detto...

Certi giorni il telefonino sta zitto tutto il giorno... poi squilla, tu rispondi, e ti squilla anche il fisso, e sotto la tua chiamata ne arriva un'altra in attesa.
Se c'è un Grande Burattinaio, è un gran mattacchione.

CyberLuke ha detto...

Argh! Ne ho appena trovata una ODIOSISSIMA.
Quando devi collegare un cavetto di QUALSIASI tipo (ma generalmente un USB, o un connettore dock per l'iPod o l'iPhone, eccetera) e INVARIABILMENTE provi ad inserirlo dal VERSO SBAGLIATO.
Sempre.
Sono certo che c'è qualche legge fisica alla base di ciò, ma non so quale.

Simone ha detto...

Cyber: mi hai ricordato il cavo PS2 del mouse e della tastiera. In genere stanno dietro al PC e tocca infilarsi sotto alla scrivania per infilarli alla cieca, ed essendo tondi ma con un solo verso corretto ci sono 359 posizioni errate e solo una giusta... ecco perché non ho voglia di cambiare il PC ^^.

Simone